giovedì 22 settembre 2016

Gli gnocchi di patate: la sfida n° 59 di MTC

Da quattro mesi esatti non pubblico sul blog per mille e uno motivi, ma alla sfida di MTC non si può mancare, soprattutto dopo il favoloso restyling che ha avuto il sito. 
Ricapitolando, la sfida n° 58 (alla quale non avevo partecipato) e che ritengo essere stata quella con maggiori difficoltà (la preparazione di sua maestà la Pizza) è stata vinta Annarita del blog "Il bosco di Alice"  che ci propone gli gnocchi di patate.
Quando ho visto il suo post ho avuto un momento di smarrimento perché gli gnocchi presentati erano quelli che ho imparato a fare da mia madre, sugo di carne compreso. 
A questo punto mi è preso un po' di smarrimento perché nella mia mente gli gnocchi sono proprio questi, morbidi, con un sugo d'altri tempi qui e pertanto non sarebbe stato giusto riproporre la ricetta uguale. L'alternativa poteva essere un buon piatto di gnocchi al pesto oppure alla Sorrentina ( ma su questo  mi ha preceduta l'amica Aurelia)e allora ho cercato di proporre i frutti di mare che avevo appena assaporato in Normandia.
I suggerimenti di Annarita sul tipo di patate da usare, la quantità di farina e come incorporarla sono stati basilare anche se devo dire non ho mai fatto grossi errori.
Per le patate bianche ho optato per quelle del Mugello mentre per la quantità di farina mi sono fermata a 150 gr ( rispetto ai 180 gr suggeriti) perché mi sono accorta che sarebbero diventati duri. Per i frutti di mare mi sono dovuta accontentare di quelli reperiti in zona anche se l' stinto sarebbe stato quello di portarne un tir dalla Normandia, ostriche comprese.
per 4 persone



per gli gnocchi

600 gr di patate a pasta bianca
150/180 gr di farina 00
sale

  • porre le patate in una pentola con  abbondante acqua fredda , portare ad ebollizione e verificare la cottura punzecchiandole con una forchetta,
  • quando sono tiepide spellarle,
  • schiacciare le patate con il passaverdura,
  •  aggiungere, poco per volta la farina ed un pizzico di sale,
  • impastare velocemente sino a quanto il composto risulterà compatto ma soffice,
  • dividerlo formando dei filoncini dello spessore di 2/3 cm e tagliare gli gnocchi,
  •   passarli con l'apposito utensile o con i rebbi di una forchetta,

  • portare ad ebollizione una pentola di acqua, salare ed buttare i gnocchi,
  • quando questi verranno a gala scolarli.

per il condimento
1500 gr di frutto di mare misti (muscoli, vongole, fasolari)
1 scalogno
1 spicchio d'aglio
3 pomodori tondi e maturi
prezzemolo
vino bianco
3 cucchiai di olio di oliva
sale qb


  • porre i frutti di mare (escluso i muscoli) in una ciotola con acqua e sale per una mezza giornata perché possano espellere la sabbia,
  • mettere i muscoli in una pentola coperta e farli aprire sul fuoco,

  • estrarre il muscolo dalla valve e filtrare il liquido che hanno prodotto,
  • allo stesso modo, ma separati, aprire gli altri molluschi,
  • assicurarsi che non abbiano più della sabbia al loro interno: in questo caso sciacquarli sotto l'acqua corrente,
  • filtrare il liquido che hanno prodotto,
  • porre in una padella l'olio, l'aglio  e lo scalogno tagliato sottile, 

  • fare appassire il trito, aggiungere i frutti di mare e fare rosolare per alcuni minuti,

  • quindi sfumare con una spruzzata di vino bianco,
  • quando il vino sarà evaporato aggiungere i pomodori, precedentemente spellati e tagliati a dadini,
  • cuocere per vento muniti circa,
  • quando gli gnocchi saronno cotto passarli velocemente nel sugo perché si insaporiscano,
  • servire ben caldi.











4 commenti:

  1. ne vorrei due piatti qui e ora, quel sugo così seducente mi fa sbavare letteralmente. Un piatto ben riuscito. Brava.

    RispondiElimina
  2. Ma sono troooooppo invitanti questi gnocchi col pesce!!! Complimentissimi

    RispondiElimina
  3. .. e son quelli di mia nonna, di mia mamma, i miei.. e quelli che vorrei che imparasse a fare mia figlia, questi gnocchi. Quanti ricordi e che bello poterli condividere, in una gara di cucina!
    Bella anche la tua virata verso la Normandia e i frutti di mare: un abbinamento insolito, ma condotto con la mano sicura di chi sa quello che fa. Il sugo e' veramente irresistibile. Bravissima!

    RispondiElimina